Proseguono i servizi “rinforzati” della Polizia Locale

posto controllo alte-1

Nuovo servizio cosiddetto “rinforzato” per la Polizia Locale dei Castelli, che nella notte tra il 22 e il 23 luglio allo scopo di prevenire reati e contribuire al mantenimento della sicurezza sulle strade e in città ha impiegato tre pattuglie in divisa e una pattuglia con auto civile, attuando posti di controllo mobili e pattugliamenti del territorio a cui hanno partecipato anche il Comandante Massimo Borgo e il Consigliere comunale Maurizio Meggiolaro, incaricato alle materie e problematiche che sul territorio possono emergere e vedere coinvolti il Corpo e il servizio di Polizia Locale. Continua a leggere

Controlli in un ristorante etnico, sanzioni per un migliaio di euro

img_3475

A seguito di segnalazioni di cittadini di Montecchio Maggiore, la Polizia Locale dei Castelli sta mettendo in pratica una serie di controlli negli esercizi che somministrano alimenti al pubblico, al fine di verificare il rispetto delle norme igienico-sanitarie nella manipolazione degli alimenti e nella pulizia dei luoghi, il rispetto delle autorizzazioni amministrative e la regolarità degli addetti e dei dipendenti da un punto di vista sia documentale (spesso si tratta di lavoratori stranieri) che contrattuale per contrastare il lavoro nero. Continua a leggere

Controlli della Polizia Locale nel fine settimana, ecco il bilancio

url

Dalle 19 di sabato 10 giugno 2017 alle 3 di domenica 11 giugno la Polizia Locale dei Castelli ha eseguito a Montecchio Maggiore uno dei periodici servizi cosiddetti “rinforzati”, impiegando tre pattuglie con 6 operatori e un’auto in borghese con altri due uomini coordinati dal Comandante Massimo Borgo e accompagnati dal Consigliere comunale Maurizio Meggiolaro, incaricato alle materie e problematiche che sul territorio possono emergere e vedere coinvolti il Corpo ed il servizio di Polizia Locale. Continua a leggere

Blitz in un condominio in viale Trieste: scoperti stranieri clandestini, abusi edilizi e bombole di gas abbandonate

IMG_8779

Tre clandestini individuati, 29 persone identificate, elevate 7 contravvenzioni per omesse comunicazioni di ospitalità, scoperti abusi edilizi e la presenza di bombole di gas abbandonate. Sono parte dei dati che emergono dall’esteso controllo compiuto all’alba di ieri in un condominio in viale Trieste ai civici 89, 91 e 95 a Montecchio Maggiore da 16 agenti della Polizia Locale dei Castelli coordinati dal Comandante Massimo Borgo e a cui hanno partecipato anche il Consigliere comunale incaricato ai rapporti con la Polizia Locale Maurizio Meggiolaro, 2 Carabinieri della Stazione di Montecchio Maggiore, 2 addetti dell’ufficio tecnico comunale e 3 operai comunali.

Dopo alcune segnalazioni pervenute al Comando da alcuni esercenti della zona e seguite da attente indagini documentali e sopralluoghi in borghese, dalle 5 alle 8,30 sono stati controllati 10 appartamenti, con i seguenti risultati:

Gli stranieri irregolari.

IMG_8780

Sono stati individuati 3 clandestini, accompagnati in ufficio e fotosegnalati. Il primo è R.S., indiano di 23 anni che ha tentato di sfuggire al controllo nascondendosi sul tetto e che aveva a suo carico un ordine di espulsione del 2015 al quale non aveva ottemperato ricorrendo al Consiglio di Stato: sarà denunciato perché privo di documenti. Il secondo è R.S.K., indiano di 34 anni privo di documenti: è stato accompagnato in Questura a Vicenza, dove nel primo pomeriggio di ieri è stato emesso l’ordine di espulsione. La terza è M.K.K., indiana di 22 anni, che è stata accompagnata in Questura a Vicenza per avviare le pratiche di espulsione, poi sospese perché risultata incinta. I proprietari degli appartamenti in cui sono stati individuati i clandestini saranno denunciati per favoreggiamento della clandestinità. Sono state inoltre elevate 7 contravvenzioni per omesse comunicazioni di ospitalità, multate ognuna con 320 euro.

I controlli hanno infine evidenziato che un ghanese e un indiano che risultavano iscritti all’anagrafe di Montecchio Maggiore non sono più in realtà residenti nel palazzo: per questo motivo sono state avviate le pratiche per la loro cancellazione dall’anagrafe.

Le bombole di gas e gli abusi edilizi.

IMG_20170606_054402

Quattro bombole di gas irregolari sono state trovate all’interno del condominio, motivo per cui ciascun proprietario è stato multato con 50 euro. Altre 33 bombole sono state rinvenute abbandonate in un’area condominiale: sono state sequestrate allo scopo di risalire ai proprietari.

Sono stati riscontrati due abusi edilizi, relativi all’apertura di accessi su una parte di tetto non agibile e non in sicurezza, per i quali seguiranno accertamenti da parte del personale specializzato dell’ufficio tecnico e di una squadra della Polizia Locale formata proprio su questo tema.

Un appartamento sembrava inoltre abbandonato, ma alcune tracce di bivacco fanno pensare che sia occupato abusivamente e per tale motivo saranno svolti ulteriori accertamenti.

La Polizia Locale proporrà infine al Comune l’emissione di ordinanze specifiche finalizzate alla pulizia dei luoghi, alla messa in sicurezza e ad impedire l’uso di aree non agibili. È stata contattata anche Agno Chiampo Ambiente per la rimozione di un cumulo di rifiuti abbandonato all’ingresso del palazzo.

Le dichiarazioni.

Milena Cecchetto, sindaco di Montecchio Maggiore: “La nostra Polizia Locale e il personale del Comune sono intervenuti per proseguire con controlli mirati e accurati nei condomini dove ci vengono segnalate situazioni di degrado. Chiediamo come sempre la collaborazione dei cittadini, affinché ci segnalino qualsiasi situazione sospetta. Il ringraziamento di tutta l’Amministrazione comunale va a tutto il personale impegnato nell’operazione: Polizia Locale, Carabinieri e personale del Municipio”.

Maurizio Meggiolaro, consigliere comunale incaricato a materie e problematiche che sul territorio possono emergere e vedere coinvolti il Corpo ed il servizio di Polizia Locale: “Quello di ieri mattina è stato un vero e proprio lavoro di squadra, eseguito con grande professionalità. Non solo sono stati individuati gli stranieri irregolari, ma è stata anche bonificata la zona dalle bombole, che potevano costituire una fonte di pericolo. La mia presenza, come in altre occasioni, è intesa a rappresentare la maggioranza del Consiglio comunale e non sarà certamente l’ultimo di interventi di questo tipo”.

Massimo Borgo, Comandante della Polizia Locale dei Castelli: “Ringrazio tutti gli agenti impegnati e i Carabinieri e gli addetti comunali per il loro prezioso supporto. E ringrazio anche chi ha segnalato al Comune le situazioni sospette, un fatto che ci ha permesso di organizzare nel dettaglio le modalità e i tempi dell’intervento, che ha conseguito ottimi risultati. La Polizia Locale è sempre a disposizione per qualsiasi segnalazione”.

IMG_8782

Sicurezza sulle strade, scoperti dalla Polizia Locale altri due “furbetti” del cronotachigrafo

interruttore in cabina guida

Continua l’impegno della Polizia Locale dei Castelli contro i camionisti che con trucchi e alterazioni delle apparecchiature cercano di aggirare le normative europee sui tempi di guida e di riposo, mettendo quindi a repentaglio la loro e l’altrui sicurezza. Continua a leggere

La Polizia Locale identifica e denuncia una prostituta da 4 anni clandestina in Italia

Polizia Locale

Da richiedente asilo a clandestina, per finire come prostituta lungo la regionale 11 a Montecchio Maggiore. È la storia di una nigeriana di 30 anni, domiciliata secondo le sue dichiarazioni a Villafranca di Verona, fermata sabato scorso dalla Polizia Locale dei Castelli durante i controlli a contrasto della prostituzione. Continua a leggere