Diritto allo studio: il Comune stanzia risorse aggiuntive ai contributi regionali per l’acquisto di libri di testo

Al fine di sostenere le famiglie e di conseguenza il diritto allo studio in questa fase di difficoltà, anche economica, legata all’emergenza coronavirus, l’Amministrazione comunale di Montecchio Maggiore ha deciso di stanziare risorse aggiuntive ai contributi assegnati dal bando regionale “Buono libri e contenuti didattici alternativi” a favore degli studenti frequentanti le scuole secondarie di primo e secondo grado.

Continua a leggere

Una targa al prof. Giuliano Menato per i 50 anni di attività di critico d’arte

L’Amministrazione comunale di Montecchio Maggiore, tramite una targa consegnata dal sindaco Gianfranco Trapula durante la seduta in streaming del Consiglio comunale, ha voluto ringraziare il prof. Giuliano Menato “per l’instancabile attività, il profondo senso civico e la generosità gratuita nel promuovere la cultura e diffondere l’arte”.

Continua a leggere

Alleanza tra musei di Montecchio Maggiore e Rovereto per la valorizzazione di materiale storico bellico

A seguito di rapporti allacciati e sviluppati nel corso dell’ultimo anno, il Museo delle Forze Armate 1914-45 di Montecchio Maggiore stipula una convenzione quinquennale rinnovabile con il Museo Storico Italiano della Guerra ONLUS di Rovereto. La collaborazione consta in un prestito di materiale storico di grande importanza, che troverà esposizione negli spazi del museo di Montecchio, dando così ai visitatori l’accessibilità a pezzi che altrimenti non sarebbero stati esposti a Rovereto per motivi di spazio.

La convenzione, approvata dalla Giunta Comunale, entra in vigore a partire da oggi, con la firma da parte del sindaco Gianfranco Trapula, del presidente del museo montecchiano Giancarlo Marin e del presidente del museo di Rovereto Alberto Miorandi.

Da sinistra: il sindaco Gianfranco Trapula, il presidente del Museo delle Forze Armate 1914-45 Giancarlo Marin e l’addetto alle collezioni del Museo Storico Italiano della Guerra ONLUS Davide Zendri.

L’effetto è immediato, visto che proprio oggi da Rovereto (accompagnati dall’addetto alle collezioni del Museo Storico Italiano della Guerra ONLUS, Davide Zendri) sono arrivati a Montecchio i primi pezzi (con materiali d’armamento totalmente inerti), ossia:

  •  Un raro carro armato italiano M15/42, prodotto nel pieno della Seconda Guerra Mondiale in circa 150 esemplari ed utilizzato dal 1942 al 1945 in vari scenari europei. Oggi sopravvivono meno di una decina di questi carri e la maggior parte si trovano nelle caserme militari, quindi non facilmente accessibili al pubblico. Un altro esemplare musealizzato si trova al Museo Nazionale dei Blindati di Saumur in Francia.
  •  Una autoblinda canadese Humber Fox, veicolo da ricognizione degli eserciti del Commonwealth.
Il carro armato italiano M15/42.
L’autoblinda canadese Humber Fox.

La maggior parte dei pezzi (complessivamente otto) inseriti nella convenzione, arriverà con i prossimi viaggi.

“È un grande onore per il Museo delle Forze Armate 1914-45 collaborare con uno dei musei tematici più prestigiosi d’Europa, che nel 2021 celebra i suoi cento anni di attività”, afferma il presidente del museo castellano, Giancarlo Marin.

“Siamo felici di fare questo primo passo della collaborazione – sottolinea l’addetto alle collezioni del Museo di Rovereto, Davide Zendri -. Essa permetterà di esporre parte della nostra collezione di pezzi militari della Prima e Seconda Guerra Mondiale che altrimenti non sarebbero stati visibili al pubblico”.

“Questa convenzione – sottolinea il sindaco Gianfranco Trapula – dà ulteriore lustro al nostro museo, con pezzi esposti permanentemente al pubblico per la prima volta. Ringraziamo perciò il museo di Rovereto per questa collaborazione, che spero possa essere rinnovata anche oltre i cinque anni inizialmente previsti”.

Scuola pubblica: stanziati 83.000 euro a favore dei due Istituti Comprensivi

La Giunta comunale di Montecchio Maggiore stanzia 83.000 euro a favore dei due Istituti Comprensivi cittadini. La parte più consistente – 68.000 – è destinata al sostegno dei progetti, inclusi nei rispettivi Piani dell’Offerta Formativa, proposti per l’anno scolastico 2020/2021, mentre 15.000 euro sono destinati all’acquisto di arredi scolastici.

Continua a leggere

Utenze non domestiche di Montecchio Maggiore e Brendola: accesso all’ecocentro intercomunale solo previa prenotazione online

Dal primo gennaio 2021 le utenze non domestiche già abilitate dei Comuni di Montecchio Maggiore e Brendola potranno conferire i rifiuti all’ecocentro intercomunale di via Einaudi 2 a Brendola solamente nella giornata di lunedì (dal 16 settembre al 14 maggio – periodo invernale – dalle 14 alle 17 e dal 15 maggio al 15 settembre –  periodo estivo – dalle 14 alle 18) previa prenotazione online.

Continua a leggere

Neve abbondante, il Comune invita a prestare attenzione ai rami pericolanti

Salatura delle strade nella serata di ieri e mezzi in azione dalle 5 di oggi. La copiosa nevicata ha fatto scattare il piano comunale, che dispone l’impiego di nove mezzi appartenenti a sette privati convenzionati, tre mezzi del Comune e due della Protezione Civile.

“Come sempre siamo partiti dalle strade principali per poi passare alle secondarie – spiega il sindaco Gianfranco Trapula -. È ovviamente impossibile (lo dice il buon senso) assicurare la pulizia di tutte le strade allo stesso momento: sono necessari i tempi tecnici di spostamento dei mezzi, visto che il nostro territorio comunale è molto vasto. L’efficacia delle operazioni dipende inoltre dalla quantità di neve che cade e questa volta è stata piuttosto copiosa. Ricordo inoltre che la pulizia degli spazi pedonali antistanti le abitazioni è a carico dei privati”.

In città si registrano diversi casi di rami spezzati dal peso della neve, che è stato ulteriormente aumentato dalla pioggia caduta dalla tarda mattinata in avanti.

“Invito tutti a limitare gli spostamenti allo stretto necessario e soprattutto (mi riferisco in particolare ai pedoni) ad evitare di avvicinarsi ad alberi ad alto fusto, perché il rischio di crolli improvvisi è concreto”.