Ciclo di conferenze per aiutare i figli a sviluppare le loro capacità

fronte-volantino-lsa

Un ciclo di conferenze che hanno l’obiettivo di migliorare i rapporti in famiglia e aiutare i propri figli ad ottenere risultati di successo a scuola e nella vita. Continua a leggere

Tre incontri sul rapporto genitori – figli

ciclo serate tematiche 6.cdr

Come gestire i figli, ma anche se stessi, in una società in continuo mutamento: questo il tema di un ciclo di incontri rivolto a genitori, insegnanti ed educatori e organizzato dall’assessorato alla pubblica istruzione della Città di Montecchio Maggiore in collaborazione con i due istituti comprensivi. Il relatore delle tre serate, tutte alle 20,15 in Sala Civica Corte delle Filande, sarà Stefano Pamato, pedagogista coach specializzato nell’educazione minorile.

Continua a leggere

Nuovo incontro per crescere con lo sport

51744

Giovedi 7 Marzo alle 19,30 nella Sala Civica Corte delle Filande a Montecchio Maggiore è in programma l’incontro pubblico intitolato “Il calcio: sogno del bambino o del genitore?”. È il secondo incontro sul tema, inserito nel ciclo delle cinque serate organizzate dall’Assessorato allo Sport in collaborazione con l’Unione Calcio Montecchio per il quarto anno di “Crescere con lo sport”, iniziativa che punta a promuovere la sana pratica sportiva tra i ragazzi praticanti, i loro genitori e tutti gli addetti ai lavori. Questo appuntamento, che avrà come relatrice la psicologa dello sport Daniela Oriandi,  è rivolto  specificatamente  ai ragazzi che giocano  e ai loro genitori. Introdotta dall’Assessore allo sport Gianluca Peripoli, la dottoressa Oriandi affronterà in modo semplice e divertente il delicato tema del rapporto genitore – figlio in relazione all’attività calcistica praticata dal minore.

“Considerata l’importanza del tema trattato e la competenza della dottoressa Oriandi – spiega l’assessore Peripoli – invito i genitori, i ragazzi e gli addetti ai lavori a non mancare. Sarà una serata che sicuramente potrà insegnare molto a tutti i presenti e ai genitori in particolare”.