Festival Musei Altovicentino, musei in trasferta a Montecchio Maggiore

20191014_115447.jpg

Domenica 20 ottobre sbarca a Montecchio Maggiore il Festival Musei Altovicentino, una manifestazione annuale e itinerante, che vede protagonisti i musei della rete, di cui fa parte anche il Museo Zannato; una giornata di incontro con il pubblico per far scoprire il patrimonio storico e culturale di un territorio ricco di risorse: incontri con gli esperti dei musei pronti a illustrare le raccolte e le collezioni, a rispondere alle curiosità, a far riscoprire antichi saperi, tradizioni, usi e costumi di chi ha abitato queste terre. 

La mattinata offre una tavola rotonda dal titolo “La salvaguardia della memoria. Archeologia della Grande Guerra tra recupero e tutela”, ospitata al “Museo delle Forze Armate 1914-1945”, dove fino al 3 novembre è visitabile la mostra “I recuperanti di ieri e di oggi”.

Nel pomeriggio, in Sala Civica delle Filande, sono invece in programma dimostrazioni di attività artigianali, laboratori per bambini e famiglie e una caccia al tesoro che si avvale della tecnologia QR Code, di cui i musei si stanno dotando per offrire contenuti virtuali al loro pubblico. 

L’evento è frutto della collaborazione tra i Musei Altovicentino e la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza, la Città di Montecchio Maggiore, Il Museo Civico G. Zannato di Montecchio Maggiore e il Museo delle Forze Armate 1914-1945 di Montecchio Maggiore.

“Questo festival annuale itinerante – spiega il presidente della rete dei Musei Altovicentino Roberto Sette – serve a scoprire e conoscere la nostra storia e a sensibilizzare sui temi della cultura e delle tradizioni del Vicentino”.

“I musei sono motore e parte integrante dell’attrattività di un territorio – afferma il sindaco di Montecchio Maggiore Gianfranco Trapula -. Questa manifestazione permette di acquisire nuove conoscenze, anche divertendosi, e di scoprire i nostri due musei e gli altri della rete”.

“I musei non sono fatti soltanto di reperti – sottolinea l’assessore alla cultura di Montecchio Maggiore Claudio Meggiolaro – ma anche dell’impegno di tante persone. Non sono solo le collezioni a fare la differenza, ma anche gli uomini e le donne che si dedicano a questo settore”.

“Per una comunità un museo è memoria e vanto – afferma il consigliere comunale di Montecchio Maggiore e presidente dell’Associazione Amici del Museo Zannato Claudio Beschin -. Il Museo Zannato è entrato da poco nella rete dei Musei Altovicentino e questa è un’occasione in più per far conoscere i tesori che custodisce”.

IL PROGRAMMA. 

Venerdì 18 ottobre.

Il Festival prevede un’anteprima cinematografica: venerdì 18 ottobre alle 20,30 al Cinema S. Pietro sarà proiettato il film “I recuperanti” di Ermanno Olmi in occasione dei 50 anni dell’uscita della pellicola. Introduce Giovanni Dalle Fusine.

Domenica 20 ottobre.

Dalle 10 alle 12,30, Museo delle Forze Armate 1914-1945: tavola rotonda.

“La salvaguardia della memoria. Archeologia della Grande Guerra tra recupero e tutela”

Musei Altovicentino è un progetto culturale per la valorizzazione del patrimonio locale, iniziato nel 2001, che ha dato vita a una rete territoriale multitematica, grazie alla quale oggi è valorizzato un ricchissimo patrimonio.

Questo risultato è il frutto di un processo che ha visto lavorare assieme pubbliche amministrazioni, associazioni culturali, singoli appassionati.

La tavola rotonda intende essere un’occasione per accrescere l’attenzione verso ciò che ci circonda, la consapevolezza che il patrimonio culturale è la memoria che ci accomuna.

L’archeologia della Grande Guerra è una delle possibili chiavi per accedere alla complessità del tema della tutela del patrimonio, ma ben si presta per le molteplici implicazioni che sottende. Gli interventi porteranno conoscenze ed esperienze nuove, solleciteranno nuovi sguardi al paesaggio che abitiamo.

Dopo i saluti istituzionali, interverranno Claudia Cenci, funzionario archeologo della Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Verona, Rovigo e Vicenza e Giovanni Dalle Fusine, esperto cultore della storia della Grande Guerra. Seguirà una visita guidata alla mostra “I recuperanti di ieri e di oggi”, curata da Stefano Guderzo e aperta fino al 3 novembre.

Dalle 14,30 alle 18, Sala Civica Corte delle Filande: Musei in trasferta a Montecchio Maggiore.

L’Alto Vicentino è un suggestivo territorio, che ospita luoghi di cultura e conserva testimonianze preziose, veri e propri tesori di un passato che parla di storia, archeologia, tradizioni, lavori artigianali e industriali, ma anche di scienza, geologia, paleontologia.

Il Festival Musei Altovicentino è l’occasione per incontrare in un unico luogo questo patrimonio diffuso su un territorio vasto e variegato, composto da 17 comuni.

Il pubblico – in particolare le famiglie, ma anche tutti i curiosi e gli insegnati  – sarà accolto dai musei presenti con una rassegna dei loro tesori e la presentazione dei servizi e delle offerte educative, ma anche su eventi e incontri in programma.

Ci saranno laboratori e dimostrazioni di attività, che renderanno il pubblico partecipe di questo ricco patrimonio.

Oltre ai laboratori sarà possibile partecipare a una avvincente caccia al tesoro che farà uso dei codici QR Code, utilizzabile attraverso la app Musei Altovicentino. Per i partecipanti saranno messi a disposizione dei gadget, ingressi a musei, attività, dvd, ecc. e, per chi avrà completato correttamente il gioco, un premio a estrazione.

I Musei partecipanti.

Asiago – Museo Naturalistico Patrizio Rigon; Museo degli Strumenti Astronomici

Lusiana – Museo Diffuso

Malo – Musei di Palazzo Corielli

Marostica – Ecomuseo della Paglia; Museo dei Costumi della partita a scacchi

Monte di Malo – Museo Priaboniano
Montecchio Maggiore – Museo Civico G.Zannato

Nove – Museo Civico della Ceramica

Roana – Museo Punta di Forte Corbin

Rotzo – Museo Archeologico dell’Altopiano dei Sette Comuni e Parco del Bostel

Santorso – Museo Archeologico dell’alto vicentino; Parco di Villa Rossi

San Vito di Leguzzano – Museo Etnografico sulla lavorazione del legno

Schio – Lanificio Conte; Palazzo Fogazzaro; Museo Geomineralogico e del caolino

Valdagno – Museo Civico D.Dal Lago

Valbrenta – Sistema museale Valbrenta

Informazioni:

Ivana De Toni – Ufficio Musei Altovicentino Comune di Malo: T. 0445 580459; info@museialtovicentino.it; www.museialtovicentino.itFB Musei Altovicentino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...