“Storie di ieri, storie di oggi”: commemorazione dell’11 settembre

2

Mercoledì 11 settembre alle 18,30 Villa Cordellina Lombardi ospita l’annuale commemorazione dell’attacco alle Torri Gemelle promossa dall’Associazione Culturale 11 Settembre, che così descrive l’appuntamento di quest’anno, intitolato “Storie di ieri, storia di oggi”.

Lo scorso anno, la ricorrenza dell’11 settembre è stata l’occasione per una riflessione sul clima italiano nell’anno finale della Grande Guerra. Proseguendo su questa strada, vogliamo dedicare l’appuntamento annuale ai due decenni che seguono l’anno della Vittoria e precedono lo scoppio del secondo conflitto mondiale.

Sono anni di mutamenti, crisi e sperimentazioni in tutto il mondo occidentale, che diventa così un grande laboratorio nel campo del costume, dell’arte, delle tecniche applicate, della medicina, dei mezzi di comunicazione di massa e, purtroppo, anche nei sistemi d’arma.

Un’intera generazione, quella dei nati nell’ultimo ventennio del XIX secolo, è stata decimata. Più di 65 milioni di uomini, strappati alle loro attività e obbligati a vivere un’esperienza devastante, tornano alla vita civile e prendono atto di un mondo completamente cambiato. Il loro lavoro nei campi, nelle fabbriche, negli uffici è stato portato avanti dalle donne che, consapevoli del loro valore, si ritagliano un margine sempre più ampio di indipendenza da mariti, padri e fratelli. La struttura patriarcale è in crisi e così le tradizioni e le gerarchie.

L’entusiasmo per la fine della guerra è incontenibile: sono i ruggenti anni ’20. La musica, le canzoni, gli spettacoli teatrali sono, come sempre, la rappresentazione più efficace di un clima che, in questo caso, oscilla tra il sospiro di sollievo per la fine di una sciagura e la sensazione dell’avvicinarsi di una nuova catastrofe. La crisi economica del ’29 è la prima avvisaglia di un mondo che cambia in fretta portando con sé nuove scoperte, ma anche le contraddizioni che sfoceranno nel drammatico scontro tra le democrazie e i sistemi dispotici.

Là hanno origine i problemi che influiscono sulla nostra attuale sicurezza e là andranno ricercate le ragioni dell’instabilità crescente che oggi ci preoccupa.

Con i Forum sulla Sicurezza Internazionale e con il Progetto Valore Sicurezza (realizzato nelle scuole) la nostra Associazione conduce la sua battaglia affinché non vengano sottovalutati i pericoli del terrorismo e dell’oscurantismo che incombono sulla nostra civiltà.

Con la ricorrenza dell’11 settembre, nella splendida cornice di Villa Cordellina-Lombardi, l’Associazione vuole far rivivere un clima culturale che ci riporta alla storia dei nostri padri. È, per noi, anche e soprattutto un momento di riflessione tra amici che condividono preoccupazioni e l’aspirazione ad un mondo di pace nella sicurezza.

INTERVENTI

Inno Nazionale
Saluti Istituzionali
Regione del Veneto
Provincia di Vicenza
Comune di Vicenza
Comando USARAF di Vicenza
Città di Montecchio Maggiore

Storie di ieri, Storia di Oggi
Intervento del Presidente dell’Associazione Culturale 11 Settembre, Dott. Ubaldo Alifuoco

CONCERTO

Canzoni tra le due guerre 1919//1939

Parole e musica ispirate al clima di un’epoca

Café chantant, tango, swing
Vipera
Scettico blues
Creola
Il tango delle capinere
Maramao perché sei morto

Amore, patria, nostalgia
Signorinella pallida
Balocchi e profumi
Parlami d’amore Mariù
Vivere!
Ma cos’è questa crisi?
Mille lire al mese

Voce Ilaria Peretti
Chitarra Alberto Misuri
Violoncello Gaetano Manara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...