Tasse e imposte: nel 2018 l’83% trattenuto dallo Stato. Le indicazioni ai cittadini su IMU e TASI

Modello_F24_Semplificato

Il bilancio consuntivo comunale del 2018.

Nei giorni di scadenza del pagamento di IMU e TASI, il Comune di Montecchio Maggiore traccia il bilancio sulla destinazione delle tasse e imposte versate dai cittadini nel 2018.

Secondo il consuntivo, che riporta un totale di 89.636.685,67 euro derivanti da tasse e imposte, solo il 12,11% è trattenuto dal Comune (10.857.860 euro). La fetta più grossa, pari all’83,04%, è infatti destinata allo Stato, mentre il 4,71% è destinato alla Regione e lo 0,14% alla Provincia.

Se si considera soltanto la TASI, l’anno scorso il Comune ha incamerato 1.707.259,93 euro, mentre dall’IMU il Comune ha trattenuto soltanto circa la metà del totale: 3.930.065 euro contro i 3.879.587 euro destinati allo Stato.

“Con l’attuale situazione tributaria – spiega l’assessore al bilancio Loris Crocco – il Comune, e i numeri lo dimostrano, si trova prevalentemente a ricoprire il ruolo di esattore per conto dello Stato e i nostri uffici sono spesso la valvola di sfogo dei cittadini che si lamentano per le tasse troppo alte”.

“Confidiamo al più presto nella svolta delineata dal processo di autonomia del Veneto – commenta il sindaco Gianfranco Trapula – in modo tale che una somma maggiore possa essere trattenuta nel territorio, allo scopo di trasformarla in servizi sempre più efficienti per i nostri cittadini”.

F24 pre-compilato per IMU e TASI: rivolgersi all’Ufficio Tributi in caso di mancata consegna.

Il Comune di Montecchio Maggiore invita i cittadini che negli anni scorsi hanno ricevuto dal Comune al proprio domicilio i modelli F24 pre-compilati per il pagamento dei tributi IMU (Imposta Municipale Unica) e TASI (Tassa sui Servizi Indivisibili), ma che ad oggi non hanno ancora ricevuto i nuovi modelli F24 Imu-Tasi 2019, a mettersi in contatto con l’Ufficio Tributi per richiedere gli stessi tramite mail all’indirizzo tributi@comune.montecchio-maggiore.vi.it o ai numeri di telefono 0444/705724-730 o ancora presentandosi di persona allo sportello, che è aperto al pubblico dal martedì al venerdì dalle 9 alle 12,30.

Il servizio di predisposizione ed invio degli F24 pre-compilati, non obbligatorio per legge, è stato istituito dal Comune di Montecchio Maggiore per agevolare nell’adempimento dei pagamenti circa 6.500 contribuenti, ma sono stati riscontrati numerosi ritardi di consegna da parte delle Poste. Trattandosi però di tributi in autoliquidazione e di una norma dello Stato, il Comune non può modificare le scadenze di legge per il 2019 (17 giugno e 16 dicembre), né azzerare le relative sanzioni. Ecco il motivo per cui è consigliato rivolgersi tempestivamente all’Ufficio Tributi.

Diverso il discorso per la TARI (Tassa Rifiuti), il cui pagamento della prima rata scade il 31 luglio 2019. In questo caso, se il Comune rileverà ritardi nella consegna delle bollette, prevista per metà luglio, sarà valutato solamente per questo specifico tributo l’azzeramento di eventuali sanzioni per chi paga oltre i termini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...