“La sanità di Arzignano-Montecchio è tutelata”

Italian_traffic_signs_-_icona_ospedale.svg

In virtù di uno stretto dialogo fra i Comuni di Arzignano e Montecchio Maggiore con l’assessorato alla Sanità della Regione Veneto e la Quinta Commissione, i capisaldi della Sanità nell’Ovest Vicentino sono preservati.

Terminato l’iter della programmazione delle schede ospedaliere 2019-2023 con il voto in commissione, l’area di Arzignano-Montecchio Maggiore, in virtù di un serrato e costruttivo dialogo fra i Comuni di Arzignano e Montecchio con l’assessorato alla Sanità della Regione Veneto e con la Quinta Commissione, ha ottenuto concreti risultati per la conferma del sistema Arzignano-Montecchio-Valdagno.

Per quanto riguarda le apicalità, il primariato di Pediatria dell’Ovest Vicentino sito al momento nell’Ospedale Cazzavillan di Arzignano, rimane tale. Questo in considerazione dell’alto numero di parti del sistema Arzignano-Montecchio-Valdagno (oltre 1000 come documentato dai dati 2018). La regione ha accolto le istanze dei Comuni, sapendo che la tale numero supera altri primariati della provincia, compreso quello l’Hub di Vicenza. Sono confermate inoltre l’UOC Anestesia e Rianimazione e Terapia Intensiva di Arzignano-Montecchio Maggiore.

La radiologia dell’Ovest Vicentino (Arzignano, Montecchio Maggiore e Valdagno) che in base alle schede ospedaliere era prevista come apicalità in soppressione, conserva invece un mini-primariato con dizione UOSD (Unità Operativa Semplice Dipartimentale) nel contesto del dipartimento radiologico che conferisce all’Hub di Vicenza.

Discorso analogo per l’Oncologia di Montecchio Maggiore-Valdagno che diventa anch’essa UOSD (miniprimariato) e che svolge prevalentemente un’azione di day hospital afferente al dipartimento Oncologico dell’Hub di Vicenza.

L’Unità Operativa Complessa (UOC) di Ortopedia di Arzignano-Montecchio Maggiore, attualmente dotata di 20 posti letto e in trasferimento temporaneo nell’ospedale Cazzavillan (data prevista: giugno 2019), acquisisce altri 5 posti letto potenziando così la sua capacità ricettiva.

Vi è l’auspicio che si possa concretizzare una Week Surgery di 16 posti letto multidisciplinare per il sistema Arzignano-Montecchio.

Inoltre si prende atto della concretizzazione definitiva della Brest Unit di senologia diretta dal dottor Graziano Meneghini, una struttura riconosciuta come eccellenza di valenza interospedaliera e provinciale sulla quale orbita non solo il distretto Ovest dell’Ulss Berica ma anche quello Est.

Comunicato congiunto Città di Arzignano e Montecchio Maggiore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...