Sabato 20 ottobre torna la raccolta alimentare “Aiutiamo-Ci”

0001

Dopo aver spento lo scorso maggio le 10 candeline, la raccolta alimentare “Aiutiamo-Ci”, promossa dall’Assessorato al Sociale della Città di Montecchio Maggiore, torna nella sua versione autunnale.

L’appuntamento con questa nuova giornata all’insegna della solidarietà è sabato 20 ottobre, quando i clienti dei supermercati Interspar, Alì, G.B. Ramonda e Tosano potranno consegnare parte della loro spesa alle decine di volontari coinvolti tra Gruppo Solidarietà, San Vincenzo, Alpini Alte e Montecchio Maggiore, Scout CNGEI e Agesci, Lions e Parrocchia di San Paolo.

Sarà possibile donare pasta, legumi in scatola, tonno e carne in scatola, riso, latte a lunga conservazione, zucchero, alimenti per l’infanzia, pelati, sughi e olio: gli alimenti raccolti saranno distribuiti tra i cittadini di Montecchio Maggiore che a causa della crisi economica o per la perdita di lavoro si trovano in situazioni di disagio e che per tale motivo sono stati segnalati ai Servizi Sociali o alle parrocchie.

Si tratta di un servizio aggiuntivo rispetto al banco alimentare nazionale, con la particolarità che tutto il materiale raccolto sarà appunto destinato esclusivamente a famiglie di Montecchio Maggiore.

Nelle 10 precedenti edizioni sono circa 550 i quintali di alimenti distribuiti tra i cittadini montecchiani bisognosi.

“Dopo lo strepitoso decimo compleanno – commenta il sindaco Milena Cecchetto – la raccolta alimentare ‘Aiutiamo-Ci’ riparte con rinnovato slancio ed entusiasmo. Non ci stancheremo mai di ringraziare tutti i supermercati e i volontari coinvolti e i cittadini che contribuiranno con la loro grande generosità”.

“Sono tantissime le famiglie aiutate in questi anni grazie alla raccolta alimentare – afferma l’assessore al sociale Carlo Colalto -. Si tratta di un aiuto concreto, non fatto soltanto a parole, basato su reali necessità segnalate dai nostri servizi sociali e dalle parrocchie: Montecchio Maggiore, come sempre, è in grado di dimostrare un enorme senso di solidarietà”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...