In mensa scolastica una volta a settimana arriva il piatto unico

2012053044177598132245117532515863257579171446280416371

Mensa scolastica, si cambia. Da quest’anno scolastico anche nelle scuole di Montecchio Maggiore arriva infatti il piatto unico, che per un giorno alla settimana prende il posto del menù tradizionale composto da un primo e un secondo piatto.

Una soluzione che è già stata adottata dai Comuni di Cornedo Vicentino, Castelgomberto e Montebello Vicentino, mentre a Vicenza e a Thiene il piatto unico viene servito tutti i giorni.

“La modifica – spiega il sindaco Milena Cecchetto – è stata introdotta in ottemperanza alle ‘Linee di indirizzo per il miglioramento della qualità nutrizionale nella ristorazione scolastica nella Regione Veneto’ approvate dalla Giunta regionale, per adempiere alle prescrizioni inserite dal Servizio Igiene Alimenti dell’ULSS 8 nelle valutazioni dei menù scolastici trasmessi per la vidimazione dal Comune e in condivisione con i genitori facenti parte della Commissione Mensa”.

I piatti unici – un primo o un secondo a seconda delle settimane – vengono sempre accompagnati da una porzione di verdura cotta o cruda, servita in precedenza a questi, e da una porzione di frutta/dessert a fine pasto. I piatti unici inseriti nel menù sono stati selezionati tra le pietanze maggiormente gradite dagli alunni e cioè quelle a base di legumi e cereali (ad esempio, pizza, pasticcio di carne, gnocchi al ragù , ecc.) e a base di carne o pesce con polenta o patate (ad esempio polpettone di tacchino, hamburgher, ecc.). In aggiunta ai piatti unici previsti in menù, la ditta fornisce sempre un certo quantitativo di primi piatti a base di pasta in bianco, da somministrare agli alunni che non dovessero consumare quanto proposto.

“Le grammature delle pietanze – spiega l’assessore alla scuola Maria Paola Stocchero – sono state riviste in aumento rispetto a quelle previste nel menù tradizionale in modo da garantire i corretti livelli di nutrienti ed energia”.

Il piatto unico, oltre ad essere completo in termini di valori nutritivi, ha profonde radici nel patrimonio della tradizione alimentare mediterranea nonché in quella veneta ed ha una composizione tale da ricoprire il fabbisogno nutrizionale del pasto, scelto tra le pietanze indicate nel ricettario della Regione Veneto.

Le buone e corrette abitudini alimentari in età scolastica aiutano a essere forti e sani in età adulta, riducendo la percentuale di sviluppo di diverse patologie (es. diabete, ipertensione, problemi cardiovascolari, ecc.) e la mensa scolastica, luogo di raggruppamento e condivisione, risulta strumento ideale per promuovere l’educazione alimentare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...