Il programma 2017 delle Pari Opportunità

IMG_8149

L’Assessore alle Pari Opportunità Maria Paola Stocchero, in collaborazione con Grazia Chisin Consigliera di Parità della Provincia di Vicenza, presenta la seconda edizione del progetto Una. Nessuna. Centomila. che anche quest’anno prevede un serrato calendario di eventi dopo i consensi ottenuti nella scorsa edizione.

Continua così quel dialogo durevole con il territorio, istituzioni, associazioni pubbliche e private, cittadine e cittadini su temi che interessano tutta la collettività e che vengono analizzati con l’obiettivo di aggiungere un mattone al processo di crescita delle vecchie e nuove generazioni.

IMG_8129

Il primo appuntamento di quest’anno è il 10 marzo alle 21 al teatro San Pietro con NO ALL’AMORE VIOLATO, uno spettacolo di canzone e danza prodotto ed interpretato dalla giovane cantautrice montecchiana Manuela Padoan, sul palcoscenico insieme ai corpo di ballo del Gruppo Etra. Ingresso 5 euro.

Si apre così l’anno con un inno alle donne per incoraggiarle ad essere libere da pregiudizi ed errori e salvaguardare la loro vita da violenze di ogni genere.

Per rafforzare ancor più questo messaggio, l’Assessorato alle Pari Opportunità ripropone il corso di autodifesa teorico-pratico per ragazze e signore di tutte le età che tanto successo ha avuto lo scorso anno ed è richiesto da un numero sempre crescente di donne: otto lezioni in palestra alla scuola “Manzoni” con il supporto di esperti delle Forze dell’Ordine ed una psicologa.

IMG_8141

Il mese di aprile si aprirà con un convegno a più voci dal titolo Maternità e lavoro. Un diritto, un’opportunità, un salto nel buio? La maternità non è un affare di donne, ma una condizione che ancor oggi mette in evidenza una disparità di genere. Le donne come la vivono? Come un’urgenza soggettiva, un obbligo sociale, un contributo alla storia, un lusso che ci si può permettere solo a certe condizioni, una scelta naturale, un sogno da mettere nel cassetto? Il convegno cercherà di dare alcune risposte a questi interrogativi, sviscerando il tema da più punti di vista: dal baby blues, la tristezza post partum di cui tanto poco si dice, alla necessità di dare un riconoscimento sociale alla maternità che non può essere solo un affare di donne, ma esige un patto sociale specialmente oggi in cui sempre più vengono a mancare le reti di protezione famigliare.

Il 14 maggio, festa della mamma, Piazza Marconi ospiterà ancora una volta il mercatino di Mamma Rosa, esposizione di artigianato femminile reso ancor più glamour da Mamme in Passerella, che vedrà dieci giovani donne muoversi sulla passerella per offrire, attraverso quadri viventi, un’allegoria dei diversi compiti che la mamma svolgeva, ed in parte continua a svolgere, nella vita quotidiana. Un omaggio all’idea di mamma che alberga in tutti noi. L’evento, realizzato col supporto di Eventi nell’arcobaleno e Une Nouvelle Vie atelier, prevede anche un’iniziativa social, a cura di associazioni di fotoamatori e professionisti, che inviteranno le donne a farsi fotografare in set improvvisati, così da mettere in valore la propria immagine. Le foto saranno pubblicate sulla pagina Facebook del Comune di Montecchio Maggiore.

Il prossimo novembre, per la Giornata contro la Violenza sulle Donne, UOMINI CHE ODIANO LE DONNE, testimonianze sulla violenza domestica dal punto di vista degli uomini maltrattanti, in collaborazione con “Il Cerchio degli Uomini” di Torino. Il Cerchio degli Uomini è nato nel 1998 da un gruppo di uomini per condividere esperienze, vissuti ed emozioni su tematiche inerenti la questione maschile, i profondi mutamenti sociali in corso e il significato dell’essere uomini oggi, di fronte ad una cultura patriarcale in via di estinzione. Un punto di vista speculare in tema di violenza sulla donna, perché comprendere le dinamiche del fenomeno è il primo passo per fronteggiarlo.

Nel corso dell’anno verrà poi intitolato uno spazio pubblico ad Oriana Fallaci con un duplice obiettivo: dare un contributo alla odonomastica femminile e farlo ricordando una delle donne più rappresentative della cultura mediatica del novecento, Oriana Fallaci giornalista, scrittrice, testimone della storia e spirito libero.

IMG_8144

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...