Montecchio Maggiore per 4 giorni sarà la capitale delle penne nere

IMG_5036

Dal 2 al 5 giugno Montecchio Maggiore sarà la capitale degli Alpini.

Centinaia di penne nere sono pronte ad invadere pacificamente la città dei Castelli per una serie di eventi che coniugano il 50° anniversario della fondazione del Gruppo di Alte Ceccato, il 4° raduno nazionale dei cori delle Brigate Alpine, il 2° convegno nazionale A.N.A. sulla coralità alpina e l’adunata interzonale delle zone “Colli Vicentini” e “Val Chiampo”.

Il lungo elenco degli appuntamenti, patrocinati dalla Città di Montecchio Maggiore, sono stati presentati questa mattina nella sede del Gruppo di Alte dal delegato A.N.A. nazionale Giorgio Sonzogni, dal Vicepresidente vicario della Sezione di Vicenza Paolo Marchetti, dal responsabile dei cori della Sezione di Vicenza Paolo Borello, dal Presidente del Gruppo di Alte Giovanni Cinquetti, dal Presidente del Gruppo di Montecchio Maggiore Remo Chilese, dal Sindaco Milena Cecchetto e dall’assessore Gianfranco Trapula.

L’inizio dei festeggiamenti per il 50° del Gruppo di Alte è in programma il 2 giugno alle 10 in Piazza San Paolo ad Alte con l’alzabandiera in onore della Festa della Repubblica. La cerimonia solenne per la Festa della Repubblica è prevista alle 17, sempre in Piazza San Paolo, alla presenza del Prefetto di Vicenza Eugenio Soldà e delle autorità regionali e provinciali. Alle 21 ancora una volta la piazza ospiterà il concerto del corpo bandistico “Pietro Ceccato”.

Venerdì 3 giugno alle 21 nella chiesa parrocchiale di Alte è invece in programma la rassegna corale con la partecipazione del coro A.N.A. “Amici miei” di Montegalda e del coro A.N.A. di Creazzo.

Il 4 giugno sarà il giorno dedicato al 4° raduno nazionale dei cori delle Brigate Alpine. Alle 11,30 sono previsti incontro tra studenti e Cori di Brigata nelle scuole medie e superiori del territorio (a Montecchio l’appuntamento è alla scuola media “Marco Polo” con il coro dei congedati della Brigata Alpina “Julia” e alla media “Anna Frank” con il coro della Scuola Militare Alpina). Il cuore del raduno sarà Villa Cordellina Lombardi, che dalle 9 alle 17 ospiterà, a 51 anni di distanza dalla prima e finora unica edizione tenutasi nel 1965 a Lecco, il 2° convegno nazionale A.N.A. sulla coralità alpina e alle 21 sarà il suggestivo palcoscenico del grande concerto a cori riuniti, ossia i cori dei congedati delle Brigate Alpine “Julia”, “Cadore”, “Tridentina”, “Orobica”, “Taurinense” e “Scuola militare alpina”. Sulla scalinata della Villa si esibiranno circa 200 coristi.

Sempre il 4 giugno, ma alle 19, nella chiesa parrocchiale di Alte sarà celebrata la messa in ricordo dei caduti e dei soci del Gruppo di Alte che sono “andati avanti”, accompagnata dal coro dei congedati della Brigata Alpini “Cadore”.

Gran finale domenica 5 giugno, con l’adunata interzonale delle zone “Colli Vicentini” e “Val Chiampo” per le vie di Alte. La sfilata, per la quale è attesa la presenza di circa 3000 alpini, scatterà alle 10,30 da via Enrico Fermi, accompagnata dalla fanfara storica A.N.A. di Vicenza, dal corpo bandistico di Vivaro e dal corpo bandistico “Pietro Ceccato” di Montecchio Maggiore. Alle 11,30 l’alzabandiera e l’onore ai caduti presso la sede del Gruppo di Alte, seguiti dai discorsi ufficiali delle autorità e dalla consegna di un ricordo della manifestazione a tutti i Gruppi partecipanti. L’atto conclusivo sarà alle 13 con il rancio alpino ospitato in una tensostruttura.

“Siamo orgogliosi di poter festeggiare con gli Alpini il 50° del Gruppo di Alte – ha affermato il sindaco Milena Cecchetto – e l’evento nazionale che riguarda i cori. Gli Alpini, dove passano, sanno sempre coinvolgere il territorio e li ringrazio anche per l’impegno quotidiano da loro profuso in miriadi di attività”.

“Il raduno dei cori e il convegno sulla coralità – ha commentato Giorgio Sonzogni – rimarrà nella storia perché quando si muovono gli Alpini l’esito è sempre positivo”.

“Il convegno – ha dichiarato Paolo Borello – ha l’obiettivo di recuperare le tradizioni locali e le composizioni corali ed è molto importante che le attività coinvolgano anche le scuole”.

“Questo evento – ha sottolineato Paolo Marchetti – si inserisce tra le iniziative per ricordare i 100 anni della Prima Guerra Mondiale. Le lezioni di coralità nelle scuole puntano a far capire agli studenti cosa vuol dire far parte di un gruppo e a insegnare la valenza del canto”.

“Per il nostro Gruppo – ha spiegato Giovanni Cinquetti – è un anniversario molto importante. Le iniziative sono numerose e speriamo di coinvolgere nei festeggiamenti il maggior numero possibile di cittadini”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...