La Montecchio Maggiore del 2020 prende forma, grazie agli accordi tra pubblico e privato

IMG_2338

Tre accordi pubblico/privati che permetteranno di ridisegnare l’ingresso est alla città di Montecchio Maggiore e di ottenere altre significative opere pubbliche. L’Amministrazione comunale ha firmato le intese che consentono di attivare il Piano degli Interventi tematico per la grande distribuzione lungo la Strada Regionale 11 e di realizzare una media struttura di vendita in zona San Clemente: il tutto con gli strumenti della perequazione, che garantiranno interventi viari di grande interesse pubblico, per un valore complessivo di oltre 4 milioni di euro.

Si tratta di accordi che concludono un iter iniziato nel 2002 e che negli ultimi 6 mesi hanno subito una forte accelerata, rappresentando quindi un fatto di grande rilevanza nella programmazione urbanistica della città.

La presentazione è avvenuta questa mattina in Municipio. Presenti il sindaco Milena Cecchetto, il vicesindaco e assessore al commercio e all’urbanistica Gianluca Peripoli, l’assessore alla viabilità Carlo Colalto, i rappresentanti delle società S.I.L., Immobiliare Guà e Carta Isnardo, oltre che l’avvocato Matteo Nani e l’architetto Luigi Pagliarusco che hanno seguito come consulenti la stesura dell’accordo.

IMG_2340

STRADA REGIONALE 11

Gli accordi che riguardano la cosiddetta “Strada mercato” della Regionale 11, facente parte del piano “Vi.Ver.” per il rilancio commerciale dell’asse Vicenza-Verona, sono stati siglati con la Società Immobiliare Lombarda S.p.a. (Sorelle Ramonda) e l’Immobiliare Guà S.r.l., proprietaria del sito dell’ex Faeda.

Società Immobiliare Lombarda (Sorelle Ramonda)

 Il vigente PRG prevede la possibilità di ampliare la superficie coperta di 8000 mq per un’altezza di 10 metri e prevede inoltre la possibilità di sopraelevare l’edificio esistente per 1/3 della superficie, fino a 10 metri. Con il Piano degli Interventi rimane la possibilità di ampliare gli 8000 mq già previsti dal PRG per un’altezza di 10 metri, ma viene tolta la possibilità di sopraelevare l’esistente.

In cambio la società S.I.L. si impegna a realizzare una rotatoria sulla SR 11 tra Sorelle Ramonda e Tosano e a riqualificare un tratto di 500 metri della Regionale fino a Via S. Antonio, con una doppia corsia munita si spartitraffico, percorsi pedonali e pista ciclabile. La società si impegna inoltre a realizzare un nuovo parcheggio che sarà anche a servizio del vicino centro natatorio.

Il valore della perequazione è di 1.700.000 euro, il valore presunto delle opere di urbanizzazione del Piano di Lottizzazione è di 1.000.000 di euro, mentre l’introito presunto degli oneri di urbanizzazione secondaria e del costo di costruzione è di 600.000 euro.

Immobiliare Guà

L’accordo con l’Immobiliare Guà riguarda l’area dell’ex Faeda, a cui è interessata l’azienda Tosano per lo spostamento del proprio supermercato lungo la SR 11. L’altezza della nuova struttura prevista dal PRG vigente e dal Piano degli Interventi è di 10 metri, ma l’attività che andrà ad insediarsi si svilupperà su un piano e con altezza inferiore a 10 metri. Rispetto alle previsioni del PRG, che potenzialmente dava la possibilità di realizzare due piani (per circa 33.000 mq di superficie), vi sarà quindi di fatto un dimezzamento della superficie di vendita. La superficie copribile secondo il Piano degli Interventi è infatti di 16.000 mq: alla vendita saranno destinati 7.000 mq, di cui 5.000 per l’alimentare.

In cambio la società si impegna ad ampliare la rotatoria tra l’ex Faeda e l’ex Boom e a riqualificare la SR 11 per circa 300 metri fino a Via S. Antonio, con una doppia corsia munita si spartitraffico, percorsi pedonali e pista ciclabile. L’accordo prevede anche la sistemazione di Via Sasso Moro e il collegamento della stessa con la rotatoria di Via Cordellina e la realizzazione della prima parte della bretellina che si innesterà sulla provinciale del Melaro.

Prende quindi il via la realizzazione della circonvallazione est di Montecchio Maggiore, che è anche connessa alle opere legate alla TAV.

Il valore della perequazione è di 2.312.000 euro, il valore presunto delle opere di urbanizzazione del Piano di Lottizzazione è di 2.300.000 euro e l’introito presunto degli oneri di urbanizzazione secondaria e del costo di costruzione è di 1.000.000 di euro.

ZONA SAN CLEMENTE

L’accordo che riguarda la zona San Clemente è stato siglato con la dittà Carta Isnardo S.p.a., che in quella zona, dopo alcune modifiche della legge sul commercio e un conseguente ricorso al TAR, potrà finalmente realizzare un’area commerciale fino a 2500 mq di superficie. In cambio la società si impegna a realizzare opere pubbliche per un valore di 100.000 euro: si tratta della sistemazione definitiva con asfaltatura del parcheggio dell’ex stazione del Duomo e dell’asfaltatura e sistemazione di via Battaglia.

LE FIDEIUSSIONI

Un aspetto importante degli accordi con le società S.I.L. e Immobiliare Guà riguarda le fideiussioni, legate all’approvazione in Consiglio comunale del Piano degli Interventi, che dovrà avvenire entro il 30 aprile 2016. Dopo l’approvazione del Piano degli Interventi, le due società avranno sei mesi di tempo per presentare le fideiussioni per realizzare le due rotatorie, da ultimare entro 24 mesi, quindi entro l’autunno 2018. Se le ditte non manterranno gli accordi, il Comune potrà incamerare le fideiussioni e realizzare per proprio conto le opere.

In particolare, se entro sei mesi non verranno presentate le fideiussioni, le destinazioni urbanistiche torneranno ad essere quelle antecedenti il 2002, ossia zona agricola per l’ex Faeda e cancellazione degli 8 mila mq di ampliamento e della possibilità di sopraelevare per Sorelle Ramonda.

Il Piano Urbanistico Attuativo, che regolerà tutti gli altri interventi, dovrà invece essere presentato entro 5 anni dall’approvazione del Piano degli Interventi, ossia entro il 2021.

La ditta Carta Isnardo ha manifestato l’intenzione di partire al più presto con i lavori di asfaltatura del parcheggio dell’ex stazione del Duomo e di via Battaglia, che comunque, secondo l’accordo siglato, dovranno essere realizzati entro 9 mesi dal titolo edilizio.

IMG_2344

LE DICHIARAZIONI

Sindaco Milena Cecchetto: “Sono accordi che iniziano a dare forma al progetto per la Montecchio Maggiore del 2020, che riqualificano la porta est della città recuperando zone attualmente degradate e abbandonate e daranno il benvenuto a chi fa ingresso a Montecchio provenendo da Vicenza”.

Vicesindaco e assessore al commercio e all’urbanistica Gianluca Peripoli: “Vista la scarsità di risorse oggi a disposizione dei Comuni si tratta di un accordo di grandissima rilevanza, perché connesso ad altre grandi opere come il nuovo casello e la nuova bretella di Alte, la TAV e la Pedemontana”.

Assessore alla viabilità Carlo Colalto: “Ben venga la sistemazione della regionale 11, che è una strada molto delicata sotto l’aspetto del traffico, e ben venga anche l’asfaltatura del parcheggio dell’ex stazione del Duomo, che era molto attesa dai cittadini”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...