La divulgazione scientifica del Museo “Zannato” si fa sempre più qualificata, grazie a due nuovi volumi 

locandina 18 aprile bassa (1)

Sabato 18 aprile alle 16, in Sala Civica Corte delle Filande, saranno presentati al pubblico due volumi editi congiuntamente dal Museo Civico “G. Zannato” e dall’Associazione Amici del Museo Zannato ONLUS: il Volume n. 21 (2014) della rivista Studi e Ricerche e La necropoli romana della bretella autostradale di Alte Ceccato, prima uscita della nuova collana editoriale “il MUSEO racconta…”.

La rivista Studi e Ricerche, fondata nel 1994 dall’Associazione Amici del Museo Zannato e gestita dal 1998 congiuntamente dall’Associazione e dal Museo, accoglie contributi scientifici relativi a tematiche naturalistiche ed archeologiche, con preferenza per studi attinenti al territorio vicentino e veneto. La rivista rappresenta un importante strumento di comunicazione scientifica attraverso cui valorizzare in particolare i materiali conservati in Museo e divulgarne le attività di ricerca; è conosciuta e apprezzata non solo in Italia, ma anche all’estero, ed è oggetto di scambio bibliografico con più di 170 Istituzioni italiane e straniere (Belgio, Brasile, Cina, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Malta, Messico, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti, Ungheria).

La necropoli romana della bretella autostradale di Alte Ceccato inaugura una serie di “quaderni” che saranno prodotti congiuntamente dal Museo di Montecchio Maggiore e dall’Associazione Amici del Museo Zannato con cadenza annuale. Il titolo della collana, “il Museo racconta…”, è la migliore spiegazione del senso dell’iniziativa, che è quello di documentare di volta in volta, con pubblicazioni monografiche su argomenti diversi, le novità più rilevanti e interessanti che il Museo avrà da proporre.

Affiancandosi alla rivista annuale Studi e Ricerche, questi “quaderni” contribuiranno a valorizzare più pienamente l’attività di un Museo in costante crescita, che vuole far conoscere le proprie ricchezze anche al di là degli spazi espositivi, per forza di cose limitati.

Questo primo volumetto, dedicato alla necropoli romana del II-III sec. d.C. di Alte Ceccato, è appunto testimonianza della novità più rilevante che ha interessato il Museo nel 2013/2014. Qui vengono esaurientemente riprodotte le schede e le immagini dei corredi recuperati, restaurati ed esposti, ma viene anche raccontato, appunto, il percorso che ha portato a questo risultato.

L’esposizione presso il Museo “Zannato” dei corredi della necropoli, il cui scavo si era concluso appena pochi mesi prima, nell’autunno 2013, è stata inaugurata sabato 12 aprile 2014 nello spazio espositivo appositamente liberato al pianoterra dopo lo spostamento al piano superiore della biblioteca museale. Quell’inaugurazione fu il risultato di un intenso lavoro svolto nei mesi precedenti, in maniera ben coordinata, dal personale del Museo e della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto.

Nel frattempo era partita, con l’iniziativa “Adotta un vaso romano”, presentata al pubblico il 23 novembre 2013, una sottoscrizione fra i cittadini che permise di raccogliere in poche settimane la quasi totalità della somma necessaria. Anche tutto questo viene qui raccontato, rendendo un giusto riconoscimento ai donatori.

Molti altri sono stati i contributi importanti per la valorizzazione di queste nuove acquisizioni, che vengono ricordati grazie a questa pubblicazione, evitando che la memoria ne venga dispersa.

Programma della manifestazione:

– Saluti delle Autorità

– Presentazione del volume La necropoli romana della bretella autostradale di Alte Ceccato (dott.ssa Cinzia Rossignoli, ispettore per Vicenza e il Vicentino centro-meridionale, Soprintendenza Archeologia del Veneto)

– Presentazione degli articoli di Studi e Ricerche da parte degli autori: 

Claudio Beschin, Antonio De Angeli, Roberto Zorzin: Nuove specie di Harpactocarcinus A. Milne-Edwards, 1862 (Crustacea, Brachyura, Zanthopsidae) dell’Eocene dei Monti Lessini Veronesi (Italia settentrionale)

Antonio De Angeli, Claudio Beschin: Portunites eocaenica Lőrenthey in Lőrenthey & Beurlen, 1929 (Crustacea, Decapoda, Portunidae) dell’Eocene superiore dei Monti Berici (Vicenza, Italia settentrionale)

Fiorenzo Zamberlan, Andrea Checchi: Il genere Bernaya Jousseaume, 1884 (Mollusca, Cypraeoidea) nell’Eocene di “Cava Rossi” di Monte di Malo (Vicenza, Italia Nord-Orientale) e la sua diffusione nel territorio italiano

Romano Guerra: Ulisse Aldrovandi e i crostacei

Vittorio Mattioli, Matteo Boscardin, Ivano Rocchetti, Federico Zorzi: Scawtite nel giacimento di Val Munari, maglio – Pornaro, Tretto, Schio, Vicenza

Matteo Boscardin, Antonio Càntele, Federico Zorzi: Notizie storiche sulla mineralizzazione ferrifera del monte Foraoro, Malga Fondi, Caltrano,Vicenza

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...