Il Castello di Giulietta torna a vivere: assegnata la gestione del ristorante

6520

Dopo due bandi andati deserti, il ristorante del Castello di Giulietta a Montecchio Maggiore sarà affidato a nuova gestione. Lo ha deliberato l’Amministrazione comunale, che ha ritenuto soddisfacente la proposta della società Abc Management Srl a cui il prestigioso locale, inserito in un contesto di grande importanza storico culturale, sarà dato in concessione per dieci anni. I nomi che compongono la società sono una garanzia: Bassano Hotel SaS di Bassano del Grappa, Amedeo Sandri di Vicenza e Molin Vecio di Caldogno.

“Dopo aver tentato, com’era giusto fare, la via dei bandi pubblici – spiega il sindaco Milena Cecchetto – abbiamo avviato una serie di rapporti diretti con alcuni protagonisti della cucina vicentina e abbiamo incontrato la disponibilità e l’entusiasmo di alcune figure di spicco. Per la nostra città è un risultato eccezionale, perché il Castello di Giulietta, grazie a queste competenze, potrà diventare un punto di riferimento di primissimo piano per la provincia e non solo e anche il turismo dell’intera area dei castelli ne trarrà un enorme beneficio, perché l’area tornerà ad essere visitabile nella sua interezza”.

Le condizioni del bando vengono interamente rispettate se non addirittura ulteriormente avvalorate. La gestione dello storico complesso dovrà essere volta alla manutenzione, valorizzazione e promozione del castello, assicurando la fruizione dello stesso da parte dei visitatori. Il concessionario si impegna inoltre a realizzare una serie di lavori, che vanno dalla sostituzione degli infissi al piano primo verso il cortile alla sostituzione dei due poggioli in legno, dal rifacimento di alcune zone interne alla pulizia e sistemazione del selciato e del giardino.

Sul fronte del turismo, il concessionario si impegna a mettere a disposizione il castello durante la rievocazione storica del 1° maggio e per altre manifestazioni indicate dal Comune e a realizzare all’interno del ristorante un “corner” per l’esposizione e vendita di prodotti agricoli locali e per la distribuzione di materiale informativo sul territorio. L’accordo prevede anche la realizzazione del Balcone di Giulietta, uno spazio accessibile ai visitatori occasionali, con tanto di foto o video ricordo tramite webcam installata esternamente sulle mura e online H24 per tutto il mondo. Successivamente è prevista la realizzazione del Pozzo delle Streghe, utilizzando l’attuale pozzo esterno e allestendo una serie di vetrine per far risaltare prodotti tipici e gadget.

Il Castello e la terrazza panoramica dovranno rimanere aperti al pubblico almeno dalle 10 alle 17 di tutti i giorni (quindi anche nel giorno di chiusura del ristorante) nei mesi di novembre, dicembre, gennaio, febbraio e marzo, mentre nel restante periodo dell’anno il termine di chiusura dovrà essere posto dopo le 22.

L’attività di ristorazione, cui si aggiungerà un servizio bar indipendente, dovrà comprendere una discreta scelta di piatti realizzati con prodotti tipici e specialità enogastronomiche del territorio locale, vicentino e veneto. A tal fine il menù del ristorante dovrà sempre comprendere una pietanza stagionale tipica della zona, accompagnata da una ricca carta di vini locali.

I lavori inizieranno a dicembre e il ristorante sarà aperto la prossima primavera.

“Il Castello di Giulietta si appresta a diventare un polo di eccellenza della ristorazione – sottolinea il vicesindaco e assessore al commercio e alle attività produttive Gianluca Peripoli -. Stiamo infatti parlando di nomi che non hanno bisogno di presentazione e che garantiranno uno sviluppo economico per tutta l’area dei castelli e di conseguenza avranno una ricaduta positiva su molte attività commerciali di Montecchio”.

“Le condizioni indicate nel bando che avevamo precedentemente pubblicato – spiega l’assessore al bilancio Loris Crocco – con questo accordo vengono pienamente rispettate e anzi migliorate con proposte di altissima qualità. Il Comune, oltre a poter usufruire dell’area per manifestazioni di interesse pubblico, beneficerà di un canone d’uso pari a 16.200 euro l’anno e i lavori previsti permetteranno il pieno recupero dell’area”.

P1070354-1

I profili dei nuovi gestori e le linee guida del servizio di ristorazione.

La Abc Management Srl è una società costituita da tre realtà imprenditoriali di successo della ristorazione e dell’incoming della provincia di Vicenza: Bassano Hotel SaS di Bassano del Grappa, Amedeo Sandri di Vicenza e Molin Vecio di Caldogno.

Bassano Hotel è un nome consolidato nel campo turistico-alberghiero del Bassanese dove lo chef Federico Agostinelli gestisce l’Hotel Ristorante alla Corte di Bassano assieme al cognato Roberto Astuni, noto per le attività di promozione sul territorio, presidente degli albergatori bassanesi e neopresidente del Consorzio turistico Pedemontana Veneta e Colli.

Lo chef vicentino Amedeo Sandri non ha bisogno di presentazioni, forte della sua pluriennale esperienza, dei tanti libri di cucina e dei numerosi premi vinti grazie alla sua grande professionalità.

Infine il sommelier professionista Sergio Boschetto che gestisce con la famiglia la trattoria Molin Vecio di Caldogno, custode riconosciuto delle tradizioni culinarie, e non solo, della provincia di Vicenza; da oltre trent’anni in questo settore, sempre attento ai veloci cambiamenti del mercato pur mantenendo vive le tradizioni.

L’idea dei nuovi gestori è quella di rilanciare il ristorante ed il bar puntando esclusivamente alle ricette locali, all’insegna di una cucina che rispecchi e rivaluti le risorse agro-alimentari del territorio; il tutto finalizzato a un lavoro congiunto con gli operatori turistici e culturali, visto che un’ulteriore chiave di sviluppo dei “Castelli di Giulietta e Romeo” sarà proprio quella culturale e storica. Saranno infatti organizzati eventi “a tema”, in sintonia con eventuali altre manifestazioni del territorio.

Il Castello era, nel 1300, fornito di fuoco, marmitte e spiedi. Pertanto la cucina del fuoco rivivrà partendo da questo concetto fondamentale. Si utilizzeranno ingredienti e prodotti stagionali del territorio puntando proprio sulla qualità degli stessi.

Quindi cucina vicentina, prodotti vicentini, turismo a 360 gradi con particolare attenzione anche ai nuovi bisogni legati alle intolleranze alimentari e ai nuovi trend emergenti quali i prodotti biologici che troveranno spazio assieme a proposte vegetariane. E proprio in un’ottica eco-friendly si cercherà di utilizzare materiali di costruzione selezionandoli non certo puntando al risparmio ma alla scelta di quelli più ecologici. Grazie all’aiuto di esperti si terrà conto di molti principi di bioarchitettura e bioedilizia sia per la ristrutturazione che per l’arredamento della struttura.

Inoltre, per una collaborazione sempre più fattiva con l’Amministrazione comunale, verranno messi a disposizione di comune accordo, a titolo gratuito, gli spazi per eventuali iniziative anche serali che l’Amministrazione farà.

Al fine di valorizzare il Castello e la filiera di imprese agroalimentari del territorio ad esso legato, verrà creato un brand di selezione dei migliori prodotti con il nome di “Castelli di Giulietta e Romeo”.

P1070351-1 520

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...