Turisti in poltrona, scatta la XVI edizione

turisti in poltrona VOLANTINO-1 def

L’Assessorato alle Politiche Giovanili della Città di Montecchio Maggiore presenta l’affermata rassegna di racconti di viaggio TURISTI IN POLTRONA, giunta alla sua sedicesima edizione.

Quest’anno la rassegna sarà particolarmente incentrata sulla mobilità lenta ed i viaggi poco tradizionali: un trekking in Langtang, l’Himalaya sconosciuto (12 novembre), il giro d’Italia in bicicletta con Pedalitalia – Draw the Trip (19 novembre), il giro del mondo in barca a vela (26 novembre), PazzodaViaggiare “dentro e fuori di me” un viaggio in solitaria in Europa, Africa, California (3 dicembre) e Coipiediperterra, giro del mondo via terra e mare in 321 giorni (10 dicembre).

Tutti gli incontri, a ingresso libero, si svolgeranno i mercoledì sera dal 12 novembre al 10 dicembre 2014 alle ore 21:00 in Sala Civica di Corte delle Filande.

L’organizzazione tecnica è a cura dell’InformaGiovani.

Per info: InformaGiovani

0444 490934 – infogiomm@interplanet.it – www.infogiomm.it – Facebook: InformaGiovani di Montecchio Maggiore

Il primo appuntamento si terrà mercoledì 12 novembre con Chiara Bettega che ci accompagnerà nel LANGTANG, A PIEDI NELL’HIMALAYA SCONOSCIUTO: un emozionante trekking nella regione nepalese del Langtang, al confine con il Tibet. Dodici giorni a piedi risalendo le valli del Langtang e dell’Helambu, attraverso rigogliose foreste tropicali che lasciano gradualmente spazio alle conifere, fino alle praterie d’alta quota e alla roccia pura, sotto il severo sguardo di maestosi 7000. Immersi in questa selvaggia cornice, piccoli villaggi dove il tempo è più lento e i sorrisi gratuiti, mentre ovunque si ritrovano i segni e l’atmosfera della cultura buddista. Atmosfera che ricercheremo negli ultimi due giorni a Kathmandu, a degna conclusione di un viaggio profondo che mai si potrà scordare.

Mercoledì 19 novembre Claudio Buratto presenterà PEDALITALIA, l’Italia in bicicletta – DRAW THE TRIP, disegnare il viaggio: “Pedalitalia è un viaggio di 30 giorni in solitaria in giro per la penisola, da nord a sud e ritorno, a cavallo della mia bici per percorrere 2200 km suddivisi in 25 tappe! Un viaggio pieno di umanità e voglia di condividere fatica, felicità e spensieratezza con persone di tutta Italia. Da Pedalitalia nasce anche Draw the Trip, un progetto scaturito dalla voglia di raccontare i miei viaggi in bicicletta, brevi o lunghi che siano; è un sistema molto semplice che trasferisce il moto rotatorio della ruota al movimento fluido di una penna per riprodurre con un disegno il percorso fatto. Una forma d’arte itinerante per autofinanziare il viaggio strada facendo, alla ricerca del viaggio infinito”.

Mercoledì 26 novembre, faremo UN GIRO DEL MONDO IN BARCA A VELA assieme a Paolo Liberati. Paolo Liberati e tre amici partono il 27 Giugno 2008 dal Marina di Albarella a bordo del Malaika5, gironzolano per il Mediterraneo, escono dalle Colonne d’Ercole e affrontano il loro primo oceano raggiungendo i Caraibi. In Marzo 2009 attraversano il Canale di Panama e si lanciano alla scoperta del vasto e misterioso Oceano Pacifico; ne escono attraverso lo Stretto di Torres in Novembre. Affrontano poi l’Oceano Indiano e dopo una breve sosta a Bali, risalgono nell’emisfero Nord, per attraversare (fortunatamente indenni) la zona infestata dai Pirati Somali, la fase più pericolosa ed avventurosa. A fine Aprile 2010 entrano in Mar Rosso, attraverso lo stretto di Bab El Mandeb e dal Canale di Suez tornano in Mediterraneo, per approdare il 27 Giugno ad Albarella. 32,000 miglia di navigazione attraversando tre Oceani, sette Mari e sei Stretti, toccando ben trentadue Paesi.

La rassegna continua mercoledì 3 dicembre con PAZZODAVIAGGIARE “DENTRO E FUORI DI ME”, UN VIAGGIO IN SOLITARIA IN EUROPA, AFRICA, CALIFORNIA insieme ad Andrea Campanella che, a proposito della sua esperienza, dice: “Dal 2010 pedalo, cucino, scrivo, fotografo, disegno e mi esibisco come giocoliere vivendo i viaggi in povertà, raccogliendo fondi per finanziare la costruzione di pozzi d’acqua in Kenia, meta finale del mio percorso. Il mio mezzo di trasporto: la bicicletta. In questi 4 anni ho percorso più di 20.000 km, attraversando Italia, Francia, Belgio, Olanda, Spagna, Marocco e California. PazzodaViaggiare è un sogno che si è materializzato, è l’importanza dell’utilizzare il proprio tempo, impegnando le proprie energie per realizzare un cambiamento personale e sociale. Dalla mia vita hobo style, dal dormire tra i “colleghi”senza tetto, all’alloggiare in fantastiche e lussuose dimore, attraverso laghi, montagne, spiagge, città, cibo, musica e persone arriverò all’essenza del viaggio: la libertà di condividere”.

A chiudere, mercoledì 10 dicembre, ci saranno Alessandro Gloder ed Elisa Bocca a renderci partecipi del loro viaggio di nozze ribattezzato COIPIEDIPERTERRA, GIRO DEL MONDO VIA TERRA E MARE IN 321 GIORNI. “L’idea di fare il giro de mondo è nata mentre stavamo progettando il nostro viaggio di nozze, che voleva essere qualcosa di più delle canoniche due o tre settimane. Abbiamo passato dei mesi pensando come fare per prenderci del tempo per noi, per fare un viaggio grande, uno di quelli che si fanno una sola volta nella vita e che si ricordano per sempre, ma tutti i sogni ci sembravano troppo ambiziosi e finivamo per abbandonare ogni idea ci venisse in mente. Eli aveva un lavoro che non le piaceva e sapeva che prima o poi avrebbe voluto provare a fare un viaggio lasciando a casa una delle sue più grandi paure: volare. Ale voleva prendersi una pausa dalla sua carriera decennale come fotografo e imparare così, viaggiando, ancora di più sulla sua grande passione: la fotografia. Piaceva a entrambi l’idea di non volare perché così avremmo potuto restare a contatto con la gente chilometro dopo chilometro, senza saltare nessun pezzo di mondo. Un giorno, mentre stavamo guardando il planisfero appeso al muro, abbiamo deciso che era arrivato il momento di smettere di sognare e di trasformare tutto in realtà, ingrandendo ancora di più qualsiasi sogno fatto fino a quel momento: perché non mollare tutto e partire coipiediperterra, senza limiti di tempo? Pensandoci bene, era proprio quello che volevamo entrambi: un viaggio di nozze attorno al mondo senza volare e come unico limite il mondo davanti a noi”.

Print

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...