Eventi estivi a Montecchio

Unknown

Stagione culturale estiva, gli eventi dal 7 al 24 agosto.

GIOVEDI’ 7 AGOSTO H 21.15
Opera Estate Cinema al Castello di Romeo
Saving Mr. Banks
(U.S.A., Australia, Regno Unito, 2013), di John Lee Hancock, con Tom Hanks, Colin Farrell, Emma Thompson, Ruth Wilson,Paul Giamatti, Jason Schwartzman, Bradley Whitford, B.J. Novak, Rachel Griffiths, Kathy Baker, Ronan Vibert, Claire Bocking (Durata: 120’)
Un film completo, di rara maestria, d’altri tempi e che solo la Disney scavando nel proprio passato poteva produrre. Innanzitutto perchè parla di se stessa, e poi perchè la sua filosofia è sempre stata quella di togliere realismo alle storie, lasciando però intatto il loro significato.
Racconta di come Walt Disney convinse l’ideatrice di “Mary Poppins” a cedergli i diritti di trasposizione del suo romanzo per portare a compimento ciò che da tempo si è prefissato di realizzare: un magnifico musical davvero innovativo per l’epoca. L’elemento centrale del film è rappresentato sia dallo “scontro-incontro” tra due personalità forti, quali sono l’amabile Walt (interpretato in maniera ineccepibile da Tom Hanks) e dalla mordace scrittice inglese Pamela (divinamente rappresentata da un’ottima Emma Thompson), e sia da una profonda analisi introspettiva riguardante le gioie e i dolori che hanno caratterizzato l’infanzia della scrittrice.

VENERDÌ 8 AGOSTO H 21.00
Castello di Romeo
VOZI DAL MAR E DALA TERA Compagnia Glossa Teatro.
Poesia e momenti della cultura veneta scelti da Enrico Grandesso con Pino Costalunga (voce recitante) Musiche dal vivo Giorgio Gobbo e Sergio Marchesini (Piccola Bottega Baltazar).
Le vozi scelte per lo spettacolo interpretato da Costalunga esprimono il vibrante con- trasto creatosi nell’ultimo millennio tra due realtà economiche, politiche e culturali assai diverse: la città con il commercio e l’entroterra più povero e di economia contadina. Un percorso che passa anche attraverso il dialetto come lingua materna e inimitabile di ri- flessione e coscienza del proprio destino e dovere d’umanità. Un’attenzione sul Veneto d’oggi attraverso un confronto con la cultura e la storia veneta della prima metà del Novecento e dei secoli passati, che spazia dalle origini ai giorni nostri.
Brani scelti da l’Inferno e il Paradiso di Giacomino da Verona; la Cina di Marco Polo; il Pavan dell’Orazione del Ruzante. Teofilo Folengo (reso in dialetto cittadellese da Bino Rebellato).
Ingresso Libero.
In caso di maltempo c/o Teatro Sant’Antonio.
Evento realizzato da: Comune di Montecchio Maggiore e Glossa Teatro, con il patrocinio e contributo della Provincia di Vicenza, nell’ambito del progetto Teatro Incontri 2014. Info: Ufficio Cultura 0444 705737; 333 2729893; manifestazioni@comune.montecchio- maggiore.vi.it.

SABATO 9 AGOSTO H 21.15
Opera Estate Cinema al Castello di Romeo
12 anni schiavo
(USA, 2013) di Steve McQueen con Chiwetel Ejiofor, Michael Fassbender, Benedict Cumberbatch, Paul Dano, Paul Gia- matti, Lupita Nyong’o, Sarah Paulson, Brad Pitt (durata: 134’)
Vincitore dell’Oscar 20104 come miglior film “12 anni schiavo” narra la storia di Solomon Northup, giovane afroamericano che nell’America di metà ‘800 viene venduto come schiavo da impiegare nelle piantagioni di cotone in Louisiana. Da quel momento il suo calvario durerà 12 anni, durante i quali passerà di padrone in padrone. Dalla tenuta del buon William Ford a quella dell’aggressivo, cinico e alcolizzato Edwin Epps, Solomon conoscerà un mondo di violenze, stenti, duro lavoro, umiliazioni e condizioni di vita al limite delle umane possibilità, dal quale sarà salvato grazie ad un incontro fortuito. Bellezza e brutalità: è questa dicotomia l’asse

portante di tutta l’opera cinematografica di Steve McQueen, e la sua più intelligente provocazione. Ed è proprio in questa insanabile contraddizione, e nello stile potente, che sta la personalità, e la forza, di un grande regista di cinema: attrarre lo sguardo dello spettatore, costringerlo a guardare.

DOMENICA 10 AGOSTO H 21.15
Opera Estate Cinema al Castello di Romeo
Grand Budapest Hotel
(U.S.A., 2014) di Wes Anderson con Ralph Fiennes, F. Murray Abraham, Mathieu Amalric, Adrien Brody, Willem Dafoe, Jeff Goldblum, Jude Law, Léa Seydoux, Tilda Swinton (durata: 100’)
Il Grand Budapest sorge rosa pastello sul cucuzzolo dell’immaginaria repubbli- ca di Zubrowka, è raggiungibile con una funivia che ben rende il distacco dal mondo. Invece dal mondo parte e al mondo ritorna, perché il nuovo film di Wes Anderson è, appunto, innanzitutto una storia: contenuta in un libro, filtrata attraverso le parole dello scrittore, che ricorda a sua volta il racconto del protagonista. Gustave H, leggendario concierge di un famoso hotel europeo tra le due guerre mondiali, stringe amicizia con il giovane impiegato Zero Moustafa, che diventa il suo protetto di fiducia. La loro storia si intreccia con quelle di un furto e del successivo recupero di un dipinto rinascimentale dall’inestimabile valore, della battaglia per un enorme patrimonio familiare e dei lenti o improvvisi sconvolgimenti che hanno trasformato l’Europa nella prima metà del XX secolo. Un’opera che conferma il talento eccentrico di Wes Anderson, giocando sul filo dell’assurdo, tra colori saturi e soluzioni narrative improbabili. Un cast che riunisce il meglio del cinema d’autore in un film bellissimo che ha vinto l’Orso d’Argento al Festival di Berlino 2014.

MARTEDI’ 12 AGOSTO H 21.15
Opera Estate Cinema al Castello di Romeo
Monuments Men
(U.S.A., 2014), di George Clooney, con Matt Damon, George Clooney, Cate Blanchett, Bill Murray, John Goodman, Jean Dujardin, Hugh Bonneville, Bob Balaban (Durata: 118’)
George Clooney si conferma, ancora una volta, regista e sceneggiatore raffinato e di grande talento nel saper trattare cinematograficamente temi di grande interesse culturale e sociale, trasformandoli in prodotti appetibili anche al grande pubblico. Mentre le forze alleate stanno sferrando il loro attacco alla Germania, lo storico dell’arte Frank Stokes ottiene l’autorizzazione da Roosevelt in persona per mettere insieme un gruppo di esperti per recuperare le opere d’arte che Hitler ha fatto por- tare via e nascondere per il suo futuro Museo del Fuhrer. In caso di sconfitta del Reich l’ordine è di distruggerle. Il brillante risultato del botteghino è sia frutto del grandissimo cast di amici che Clooney ha “arruolato”e sia della fluidità del racconto che pone la salvaguardia dell’arte e della cultura occidentale al centro dell’essenza dell’uomo: rubare l’arte e la cultura di un intero popolo vuol dire rubargli l’anima e la sua stessa natura.

GIOVEDÌ 14 AGOSTO H 21.00
Piazza Fraccon
TUTTO IN UNA NOTTE
Musica e balli latino americani fino alle 23, a seguire dj set. Stand gastronomici, esposizioni varie e tanto altro.
Evento realizzato da: G.A.P. – Gruppo Amici per la Piazza e Comitato Festeggiamenti Classe 72, con il patrocinio della Città di Montecchio Maggiore. Info: G.A.P. 348 809739

SABATO 16 AGOSTO H 21.15
Opera Estate Cinema al Castello di Romeo
American Hustle – L’apparenza inganna
(U.S.A., 2013) di David O. Russell con Christian Bale, Amy Adams, Bradley Cooper, Jeremy Renner, Jennifer Lawrence, Jack Huston, Louis C.K., Michael Peña, Alessandro Nivola (durata: 138’)
Dopo “The Fighter” e “Il lato positivo” David O. Russell sceglie quattro dei suoi attori feticcio (Christian Bale, Amy Adams, Bradley Cooper e Jennifer Lawrence) per interpretare gli ormai tipici personaggi “fuori dal coro”. E come sempre li mette di fronte agli ostacoli che le proprie debolezze pongono per il raggiungimento di una vittoria reale, metafora di una più profonda e spirituale. Durante gli anni Settanta, l’esperto di truffe Irving Rosenfeld e la complice Sydney Prosser sono costretti a lavorare con Richie DiMaso, agente federale fuori controllo, per far luce su altri truffatori, mafiosi e politici, e ribaltare la loro posizione. Completa il quadro

Rosalyn. L’apparentemente inoffensiva moglie di Irving è in realtà colei che più di ogni altro ha in mano le fila del gioco. Dividendo tra quattro personaggi le istanze solitamente portate da una coppia, il regista trova la chiave migliore per esaltare al massimo la componente determinante del suo cinema: la recitazione.

DOMENICA 17 AGOSTO H 21.15
Opera Estate Cinema al Castello di Romeo
Gigolò per caso
(U.S.A., 2013) di John Turturro con John Turturro, Woody Allen, Sharon Stone, Sofía Vergara, Vanessa Paradis, Liev Schreiber, Bob Balaban, M’barka Ben Taleb, Tonya Pinkins (durata: 98’)
Con uno sguardo al Woody Allen leggero, da commedia italiana di “Criminali da strapazzo”, conservando però negli occhi la scala di colori ambientale di “Hannah e le sue sorelle”, John Turturro realizza un ironico divertissement, non privo di aperture problematiche come la rappresentazione delle rigidità della comunità ebraica. Fioravante decide di diventare un don giovanni professionista, un gigolo per signore benestanti, per aiutare l’amico Murray a corto di soldi. Con Murray che funge da manager, l’improbabile duo si ritroverà presto a dover fare i conti con le correnti trasversali dell’amore e del denaro. Avvolgente e ipnotico, Gigolò per caso è una radiografia ravvicinata di una solitudine gravosa, interrotta dal delicato movimento romantico del Fioravante di Turturro, che pratica l’amore ai tempi della crisi, diluita in qualche bicchiere e in amplessi retribuiti. Lo sguardo di Turturro abbraccia mondi e differenze, disegnando personaggi che restano indelebili nella memoria.

MERCOLEDI’ 20 AGOSTO H 21.15
Opera Estate Cinema al Castello di Romeo
Storia di una ladra di libri
(U.S.A., 2014), di Brian Percival, con Geoffrey Rush, Emily Watson, Sophie Nélisse, Kirsten Block, Ben Schnetzer, Joachim Paul Ass- böck, Heike Makatsch, Roger Allam (Durata: 131’)
Tradotto in trenta lingue, il romanzo “La bambina che salvava i libri” di Markus Zusak diventa un film diretto da Brian Percival, che decide per una regia classica rendendo il film totalmente concentrato sul suo soggetto: la dittatura dell’incultura. Adottata all’età di nove anni, Liesel vive con i genitori in un quartiere tedesco di operai. Testimone degli orrori del nazismo, Liesel trova conforto nei libri da quando, dopo averne rubato uno, comincia a collezionare volumi e impara a leggere mentre i suoi genitori nascondono sotto le scale della loro abitazione un rifugiato ebreo. Un film comunicativo, in grado di catturare lo spettatore e donargli un insegnamento particolarmente sentito. Perché per Brian Percival i libri hanno un valore rilevante, culturale e formativo. Insieme al cinema, possono veicolare contenuti importanti, farsi serbatoio dei capitoli della storia universale della formazione umana, nutrimento dell’immaginario, senza rinunciare ad emozionare.

VENERDÌ 22 AGOSTO H 21.00
Castello di Romeo
LA DOMANDA DI MATRIMONIO Compagnia Ensemble Vicenza Teatro.
Di Anton Cechov. Prologo, libero adattamento e regia di Roberto Giglio. Con Roberto Giglio, Claudio Manuzzato, Irma Sinico, Marco Zoppello.
Commedia brillante. Si raccontano i tentativi di un padrone terriero di combinare il matrimonio tra la propria figlia e il padrone terriero confinante, tra equivoci, litigi, terreni contesi e cani da caccia, in un turbinio di proposte, annullamenti ripensa- menti e svenimenti. Alla fine i due concorderanno le nozze ma quale vita coniugale li attenderà… Cechov, novelliere, poeta, autore teatrale, la cui novità ispirò al regista Stanislavski la teoria della recitazione fondata sulla ricerca della sincerità degli stati d’animo.
Ingresso Libero fino ad esaurimento posti. In caso di maltempo c/o Teatro Sant’Antonio.
Evento realizzato da: Comune di Montecchio Maggiore e Ensemble Vicenza Teatro Info: Ufficio Cultura 0444 705737; 333 2729893; manifestazioni@comune.montecchio- maggiore.vi.it.

SABATO 23 AGOSTO H 21.15
Opera Estate Cinema al Castello di Romeo
Zoran, il mio nipote scemo
(Italia/Slovenia, 2013) di Matteo Oleotto con Giuseppe Battiston, Teco Celio, Rok Presnikar, Marjuta Slamic, Roberto Citran (durata: 103’)
L’esordiente Matteo Oleotto non sbaglia un colpo in questa opera prima travolgente. Paolo, il meschino

protagonista (un sublime Battiston sprezzante del mondo e delle sue consuetudini) cresce con etilica lentezza, il cinismo distillato in scorci di crudeltà autentica che le risate (fragorose e colpevoli) non annacquano. Ex giocatore di rugby lavora come cuoco nella mensa di un ospizio per anziani e trascorre le giornate all’osteria di Giustino. Le sue abitudini vengono rotte quando appare Zoran, uno strano nipote sedicenne che non sapeva di avere. Essendo l’unica persona che può prendersi cura di Zoran, Paolo dovrà ospitarlo per il tempo necessario affinché i servizi sociali gli trovino un’altra sistemazione. Scoprendo che Zoran è un fenomeno a freccette, Paolo decide di sfruttare la dote del nipote per prendersi una rivincita agli occhi del mondo. La felicità non è roba definitiva, pare ricordarci ogni inquadratura sulla strada, ma il panorama boschivo e umano – su cui il regista posa lo sguardo – è testimone di una profonda, commovente comprensione. Da vedere.

DOMENICA 24 AGOSTO H 21.15
Opera Estate Cinema al Castello di Romeo
Dallas Buyers Club
(U.S.A., 2013) di Jean-Marc Vallée con Matthew McConaughey, Jared Leto, Jennifer Garner, Denis O’Hare, Steve Zahn, Griffin Dunne, Dallas Roberts, Kevin Rankin (durata: 117’)
Storia vera e schiumante rabbia, quella raccontata dal regista Jean-Marc Vallée su spartito dei semidebuttanti Borten e Wallack. Nel 1986 a Ron Woodroof, un elettricista del Texas, viene diagnosticato l’Aids e i medici gli prospettano pochi giorni di vita. Frustrato dalla mancanza di terapie mediche ufficiali e non disposto ad accettare una condanna a morte, Woodroof trova un’ancora di salvezza nell’uso di farmaci illegali e alternativi e crea un giro di contrabbando per renderli disponibili ad altri malati di Aids. Gli abomini delle multinazionali incrociano la dimensione individuale del male, in un percorso che ha nel corpo di Matthew McConaughey – dimagrito di 25 chili – il contrappunto visivo. Attorno a lui figure archetipiche di un passato prossimo ancora vivo, per un film di scrittura e interpretazioni. Superbi McConaughey e Jared Leto, entrambi insigniti del premio Oscar come migliore attore protagonista e non. Un gran film, da non mancare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...