Oltre cento lettere di Giovanni Meneguzzo donate al Comune: un patrimonio che farà da apripista a nuove scoperte in campo culturale

P1060552

Lo scorso anno la mostra “Giovanni Meneguzzo – L’uomo dei sassi (1831-1912)” fece scoprire al pubblico montecchiano e non solo una figura di primissimo piano nel panorama scientifico italiano del diciannovesimo secolo.

Meneguzzo, nato a Montecchio Maggiore, fu infatti uno studioso raccoglitore di fossili e una guida alpina che ebbe un ruolo fondamentale nello sviluppo delle scienze paleontologiche e mineralogiche di quegli anni.

Ora, grazie alla donazione dell’avvocato Dario Meneguzzo, appassionato della materia e presidente del Museo di Priabona, il Comune di Montecchio Maggiore entra in possesso di 137 lettere che testimoniano la corrispondenza di Meneguzzo con i principali esponenti scientifici e politici dell’epoca.

Questa mattina, in Municipio, è avvenuta la consegna ufficiale di questi preziosi documenti, trasmessi all’avvocato Meneguzzo da un altro studioso, il maestro Leonida Fornasa.

Tra le diverse lettere c’è ad esempio quella con cui un ingegnere di Milano chiede a Meneguzzo di compiere ricerche per trovare nel territorio elementi minerali tramite i quali comporre coloranti per la Marzotto; oppure c’è una lettera di Luigi Meschinelli del Museo di Vicenza e del senatore Paolo Lioy con cui si chiede al Consiglio provinciale di Vicenza di corrispondere un contributo economico a Meneguzzo, che stava ormai trascorrendo la sua vecchiaia in povertà; e ancora una lettera di Igino Cocchi dell’università di Firenze che comunica a Meneguzzo l’assegnazione di una medaglia d’argento per le raccolte donate alle istituzioni culturali fiorentine.

“Ringraziamo l’avvocato Dario Meneguzzo per questa preziosa donazione – afferma il sindaco Milena Cecchetto -. Grazie ad essa il nostro Comune si arricchisce ulteriormente dal punto di vista storico e scientifico, dimostrando di essere un punto di riferimento culturale per l’intero territorio vicentino”.

“Il materiale donatoci dall’avvocato Meneguzzo – sottolinea l’assessore alla cultura Claudio Beschin – è di straordinaria importanza, perché ci permetterà di aprire nuovi fronti di studio su quella che fu la figura di Giovanni Meneguzzo e su quelli che furono all’epoca i rapporti tra mondo scientifico e istituzioni politiche. Non dimentichiamo poi il rapporto operativo con il mondo imprenditoriale del territorio, in particolare con la ditta Marzotto”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...